On Web
Neuromarketing Agency
0   /   100
La comunicazione oltre il non detto

Gli ambiti

Scroll Down

Comunicazione social

Oggi è fondamentale comprendere che le neuroscienze e il neuromarketing hanno un potere molto forte nell’utilizzo da parte del pubblico dei social network, 

Attraverso analisi effettuati con le strumentazioni in nostro possesso possiamo fornire alcune risposte importanti per i brand: quali colori sono più indicati per attirare l’attenzione dei potenziali clienti o per quanto tempo è probabile che qualcuno mantenga un interess e per un messaggio.

Ad esempio è possibile comprendere l'impatto emozionale di un'immagine nei primi istanti (considerando che l'utente scorre i feed in modo molto veloce e spesso inconsapevole).

Web & E-Commerce

Grazie ai sofisticati strumenti del neuromarketing è possibile effettuare una dettagliata analisi di una piattaforma web o e-commerce per valutarne user experience e usability, con l’utilizzo di eye tracking (con ausilio di web camera), EEG, GSR e tool per il riconoscimento delle micro-espressioni facciali.

Lo snellimento dei processi di navigazione, la chiarezza del messaggio trasmesso e l’individuazione delle criticità nel processo di acquisto online sono fattori determinanti per l’ottimizzazione di una piattaforma e per il suo sviluppo.

Una analisi di neuromarketing ben eseguita, monitorando le reazioni cognitive nel breve termine, potrà evidenziare con estrema chiarezza e celerità quali sono le implementazioni necessarie per il sito di riferimento, con una scala di priorità stilata in base ai dati ottenuti.

Advertising

La valutazione dell’engagement nei primi secondi di uno spot pubblicitario, video con destinazione social, immagine o grafica di promozione, è un fattore fondamentale per comprendere l’interazione dei potenziali consumatori con i messaggi trasmessi.

Con l’ausilio di strumenti come l’eye tracking e il tool per il riconoscimento delle micro-espressioni facciali è possibile monitorare e misurare gli sforzi cognitivi e le percezioni emozionali dell’inconscio degli utenti, che ne determineranno poi comportamenti di acquisto e soddisfazione.

Una analisi di neuromarketing per valutare con precisione l’impatto emotivo di una pubblicità (di qualunque genere - sia essa un annuncio Google ADS o uno su Facebook, etc) per poterla poi realizzare, modificare o migliorare in base ai dati scientifici raccolti. Utile per strategie sui social media, Google e media tradizionali.

Packaging

Una dettagliata analisi del packaging aziendale può rivelarsi utile per comprendere se esso risulta allineato con i valori del brand e se le sensazioni suscitate rispecchiano le informazioni visive e tattili che si intendono trasmettere.

Gli strumenti chiamati in causa per questa complessa indagine sono EEG, GSR, eyetracking e tool per il riconoscimento delle micro-espressioni facciali. Con questi strumenti siamo in grado di valutare l’impatto e la risposta cognitiva dei consumatori, per eventualmente rinnovare il packaging o realizzarlo sulla base dei dati raccolti.

Spesso sono piccoli accorgimenti che rendono più performante il packaging come il suono, il peso, i colori, etc.

Video & Image

Una analisi di neuromarketing su video o immagini è in grado di definire e delineare il reale coinvolgimento del pubblico e di fornire dettagliati feedback inerenti alla reale efficacia del messaggio trasmesso, in modo da comprendere se essi siano in linea con gli obiettivi prefissati.

I dati raccolti con Eye tracking, EEG, GSR e tool per il riconoscimento delle micro-espressioni facciali saranno utili per definire nuovi canoni e parametri per la realizzazione di content dal forte impatto emotivo, che possano dirottare reazioni e conseguenti comportamenti di acquisto.

Sarà infatti possibile comprendere engagement, sforzo cognitivo ed altre informazioni fotogramma per fotogramma e grazie a questa analisi creare video e immagini maggiormente coinvolgenti e memorizzabili.

Shop Point

In una attività di qualunque genere o ambito è fondamentale riuscire ad comprendere quale sia l’interazione di potenziali clienti e consumatori con lo spazio commerciale: cos’è che attira maggiormente l’attenzione? Quali sono i path di acquisto? Come migliorare l’esperienza all’interno della attività?

A tutte queste domande è possibile fornire una risposta grazie a scrupolose analisi di neuromarketing che, a seconda delle esigenze, potranno essere effettuare con EEG, GSR o Eye Tracking glasses (occhiali che registrano tutte le informazioni visive), definendo le criticità dello spazio e raccogliendo dati utili per migliorare l’esperienza dei consumatori.

Naming & Logo

Come valutare la prima percezione di un brand da parte dei consumatori?

Sicuramente tramite un’analisi del logo e del naming aziendale con Eye Tracking, EEG e GSR e tool per il riconoscimento delle micro-espressioni facciali, al fine di comprendere il posizionamento del brand e soprattutto la forza dello stesso nel creare un legame emotivo ed impattante.

Il neuromarketing è in grado di evidenziare le criticità e le debolezze che rendono il messaggio aziendale meno efficace, tramite una indagine scientifica utile ad intercettare i trend emozionali e delineare nuovi standard di soddisfazione emotiva.

Food & Beverage

Profumi, colori, consistenze, suoni e parole possono modificare la percezione di un qualunque prodotto enogastronomico.

Packaging, location, menù e impiattamenti e storytelling possono essere analizzati e ottimizzati grazie alle neuroscienze, misurando l’efficacia di impatto su ogni senso primario e valutandone i parametri di riferimento.

Questo è senza subbio definibile il nostro campo di specializzazione, grazie alla supervisione costante del CEO&FOUNDER Marco Baldocchi, autore del libro ‘Neuromarketing per il food’, edito da Flaccovio Editore, docente e relatore a convegni internazionali sul tema.

Pricing

Quanto vale il tuo prodotto/servizio?


Quale è il giusto prezzo di lancio e assestamento sul mercato? E soprattutto, quanto sono disposti a pagare i consumatori per il tuo prodotto/servizio?

Domande che trovano una risposta grazie alla possibile misurazione delle percezioni con l’implicit reaction time testing, in grado di calcolare l’impegno inconscio delle risposte ad una serie di stimoli e domande, survey specifici o strumenti classici del neuromarketing come EEG e GSR.

Formazione 

Se hai ben compreso le potenzialità del neuromarketing e dei tuoi strumenti, dovrai assicurarti che anche il tuo team possa seguirti in questo percorso di crescita, affinché il vostro business possa crescere esponenzialmente.

Un modello standard di formazione specifica prevede una prima parte concettuale e nozionistica, in cui verranno approfondite strategie, metodologie, case history e strumenti inerenti al neuromarketing, ed una seconda sezione di studio pratico in cui i dogmi delle neuroscienze verranno applicati al modello di business reale, nella concreta ottica di una crescita aziendale nel breve termine.